Giulia Spernazza

Home / Artisti / Giulia Spernazza
Giulia Spernazza

Giulia Spernazza

 

La ricerca di Giulia Spernazza, muovendosi nell’ambito della Pittura, Scultura e Installazione, intende  porre al centro la natura attraverso il racconto di un mondo armonico e rarefatto in cui vengono capovolti i principi antropocentrici dell’uomo contemporaneo. In tal senso è una riflessione sul controverso rapporto uomo-natura, di cui vengono evidenziati i precari equilibri, e sulla necessaria riconquista degli spazi e delle purezze naturali. La loro bellezza e poesia convivono con un senso di perenne fragilità e precarietà, metafora della stessa caducità umana. Le opere sono concepite come corpi soggetti allo scorrere del tempo che rende ogni cosa transitoria, concetto espresso con l’utilizzo di materiali dotati di un’assoluta provvisorietà.

La serie inside plexiglas, attraverso la creazione di microcosmi dove ogni cosa appare protetta e sospesa, introduce i concetti di stratificazione, in cui è presente un lavoro di addensamento/riduzione teso al raggiungimento di una rappresentazione  essenziale della natura, e di intersecazione, in cui vediamo un progressivo predominare dell’elemento naturale sugli altri materiali.

Nella serie Art book  l’artista pone l’accento sul processo temporale della lettura come esperienza, cogliendone i tre passaggi fondamentali : dalla inconsapevolezza del contenuto dell’oggetto, che appare dotato di un affascinante misteriosità, alla fase del suo assorbimento, fino alla conclusione del processo e quindi l’interiorizzazione del significato. Talvolta gli Art books appaiono anche come simbolici contenitori di pensieri, talvolta come un’astratta narrazione della natura che avviene con l’utilizzo della materia naturale stessa…

Dal punto di vista formale la ricerca è volta al minimalismo , attraverso l’inserimento equilibrato di pochi elementi scultorei e pittorici. I materiali principalmente utilizzati sono carta, cera ed elementi naturali.

 

 

Giulia Spernazza nasce nel 1979 a Roma, dove vive e lavora. Nel 1998 consegue il diploma presso il IV liceo artistico “A.Caravillani” di Roma e ad aprile 2008 consegue  il Diploma Accademico in Decorazione presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.

Dal 2011 espone in permanenza alla Galleria d’Arte Faber (Roma), collabora con la Galleria RvB Arts (Roma), Artistica snc (Forlì) e AM Studio Art Gallery (Napoli).

Tra le principali esposizioni nel 2019 partecipa alla mostra “Ex Voto per arte ricevuta” presso il Museo Marino Marini (Firenze), ad Arteam cup presso Villa Nobel (Sanremo), alla IV Biennale del libro d’Artista presso la Fondazione Monti uniti di Foggia e alla Fiera Internazionale Artrooms presso il Church Village (Roma). Nel 2018 effettua la tripersonale, con Kistina Milakovic e Fabio Imperiale, “La natura esposta” presso la Galleria Spazio Imago di Arezzo e tiene la mostra personale “natura pura” presso la Galleria d’Arte Faber (Roma). Nel 2017 espone alla bipersonale, con Alessandra Carloni, “Cosimo” presso la Galleria RvB Arts (Roma). Nel 2015 effettua la Mostra bipersonale “Il coraggio dell’abbandono”, con Arianna Matta, presso la Galleria d’Arte Faber e nel 2014 partecipa al Premio Adrenalina 3.0 alla mostra “Il mio Paradiso” presso il Macro Testaccio la Pelanda (Roma). Nel 2013 viene invitata al 64° Premio Michetti “La bellezza necessaria” presso il Museo Michetti (Francavilla a Mare), nel 2012 al Premio Adrenalina “La nuova era tra simbolismo e tecnologia” presso il Macro Testaccio  la Pelanda (Roma) e alla Mostra Collettiva “L’Intimo mistico dell’Opera” presso il Museo Centrale Montemartini (Roma).

Tra i concorsi nel 2019 viene selezionata per il Premio Arteam cup, dove vince la residenza e una mostra personale presso il MuSa (Civica raccolta del disegno di Salò), al concorso Timeraiser di Padova e alla Fiera internazionale Artrooms. Nel 2014 viene invitata al Premio Adrenalina, dove vince il I° premio nella categoria Installazione. Nel 2011 viene selezionata per il XXV Premio Pandosia e per il Premio Arciere Isola di Sant’Antioco, a cura di Vittorio Sgarbi.

Le sue Opere sono entrate nella collezione del Museo Michetti (Francavilla a Mare).